La vita

Don Luciano: un uomo forte che ebbe nella sofferenza la compagna inseparabile di tutta la vita

« Mio Gesù, rinunzio a diventare un prete ricco, anche ad avere quel benessere di salute che tutti hanno, purché mi facciate santo e mi concediate di salvare molte anime ».

In questo desiderio, Don Luciano venne ampiamente esaudito. Fu infatti un prete povero, poverissimo, e soffrì per tutta la vita di una sequela interminabile di malattie: cardiopatie, flebiti, tubercolosi, disturbi gastrici e intestinali che gli causarono indescrivibili sofferenze fisiche.

La sofferenza, la rinuncia, la povertà, l’umiltà, l’obbedienza, contribuirono ad elevare l’anima di Don Luciano ai livelli visibili, palpabili della santità. Aveva le gambe dolorosamente piegate per i disturbi circolatori e sulle sue ginocchia si erano formati enormi callosità per il continuo restare in ginocchio. Mai un lamento, mai un tentativo di evitare o almeno ridurre le tribolazioni. Possedeva una stoica e serena resistenza al dolore che offriva al Signore per conquistare la ricchezza dell’anima. Conquista che passa attraverso la mortificazione dei sensi, al loro dominio assoluto.

« Senza la mortificazione non si irrobustisce il carattere »

e ancora

« non avere paura delle umiliazioni e delle pene » scriveva nel 1931 il seminarista Luciano nel suo diario.

Quante mortificazioni, sofferenze, rinunce s’è imposto ed ha accettato nel corso della sua vita! Ecco perché Don Luciano era un uomo forte. Non si lasciava tentare neppure dalle veniali attrazioni di un cibo gustoso. Scrive nel suo diario (1963):

« Mi asterrò da ogni inutile leccornia: gelati, bibite, pasticcini, caramelle. Dovendo scegliere mi accontenterò delle meno saporite. Non mi lamenterò se il cibo è fuori dal mio gusto ».

Rinunciare ad ogni comodità, ad ogni piacere.
Sopportare ogni sofferenza avendo come obiettivo unico l’eterna ricompensa del cielo.

"DON LUCIANO SARTI - Un apostolo dei nostri giorni"
Odoardo Reggiani

Per approfondire

home vita foto beatificazione bibliografia contatti