La vita

Don Luciano, un uomo di cultura

La grande modestia di Don Luciano, l’umiltÓ, la capacitÓ di comunicare con tutti, specie con la gente semplice, dissimulavano nondimeno una vivida ricchezza culturale. Nel lungo corso dei suoi studi, dalle scuole elementari al ginnasio fino agli studi teologici, Don Luciano Ŕ sempre stato fra i migliori, fra i premiati per intelligenza, profitto, impegno. Anche da Sacerdote, non cess˛ mai di studiare frequentando sempre, anche in etÓ avanzata, numerosi corsi di aggiornamento.
Scrive nel suo diario:

« Curer˛ lo studio ogni giorno. Teologia, dogmatica, morale ecc… Tutte le materie teologiche, sui libri che ho e procurando di stare al corrente dei nuovi studi ».

Leggeva anche libri di religioni e filosofie non Cristiane specie quelle orientali come l’Induismo e il Buddhismo. "Si trova qualcosa di buono anche in quelli " diceva, anche se non si lasci˛ mai influenzare da idee o dottrine inconciliabili con la fede cristiana.
Citava San Paolo "Esaminate ogni cosa, tenete ci˛ che Ŕ buono; astenetevi da ogni specie di male". ╚ seguendo questa regola che Don Luciano si era formata una notevole cultura, non costruita per la scuola ma per l’arricchimento dello spirito.

Ha detto in proposito Monsignor Vittorio Grandi ex rettore del Santuario di Poggio e custode della biblioteca che fu di Don Luciano: « Tutto quello che egli aveva assimilato nelle sue letture, nelle sue meditazioni, nei suoi studi, non serviva ad alimentare una "scienza che gonfia" ma una "caritÓ che edifica", una ricca vita interiore per cui egli aveva sempre qualcosa di spirituale da donare a chi lo avvicinava ».

"DON LUCIANO SARTI - Un apostolo dei nostri giorni"
Odoardo Reggiani

Per approfondire

home vita foto beatificazione bibliografia contatti